AVAMPOSTI TeatroFestival018

Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

Scenari contemporanei

 

FIRENZE – CALENZANO – SESTO F.NO

OLTREPASSARE I CONFINI

13/23 settembre 2018

 

 

INAUGURAZIONE

Estate Fiorentina

gio 13.09 ore 21.30    CORTILE PALAZZO MEDICI RICCARDI

IL TEATRO DELLE DONNE

OMAGGIO A FRANCA RAME: LO STUPRO e MEDEA

progetto e regia Elena Arvigo

testi Franca Rame

con AMANDA SANDRELLI e ELENA ARVIGO

PRIMO STUDIO

 

Franca Rame ha sempre dato voce alle donne. Vogliamo ricordarla con il monologo che scrisse nel 1975 e poi portò coraggiosamente in teatro e negli anni ‘80 anche in Rai, di fronte a milioni di persone. Franca Rame disse di aver preso il racconto da una testimonianza. In realtà aveva subito uno stupro in prima persona da parte di cinque uomini. Non furono mai arrestati, ma la vittima ha sconfitto la loro violenza con la parola, più forte dei suoi violentatori.

 

Estate Fiorentina

ven 14/sab 15.09 ore 21.30   ANFITEATRO VILLA STROZZI

IL TEATRO DELLE DONNE

COME UN FIUME_L’ULTIMO VIAGGIO DI TIZIANO TERZANI

testo Eugenio Nocciolini e Francesco Nucci

regia Eugenio Nocciolini

musiche Federico Pattume

disegno luci Andrea Narese

allestimento Brando Nencini

con ANTONIO FAZZINI, GABRIELE GIAFFREDA, MAURIZIA GROSSI

e ANDREA QUERCIOLI allievo della CalenzanoTeatroFormazione

NUOVO ALLESTIMENTO

 

Himalaya. Sei mesi dell’anno 2003. 180 giorni. Un’altra scadenza. Forse l’ultima. Un nuovo contratto a tempo determinato. Quante cose si possono fare in sei mesi? Come si possono trascorrere 180 giorni? Non troppi, certo, ma nemmeno pochi. Un uomo decide di ritirarsi. In alto. Abbandonare tutto e tutti. Per sempre? Non si sa. Un uomo da solo con tante domande. Una strada come tante altre in una vita fuori dalle righe. Una malattia all’improvviso e una scelta da dover prendere.

 

Estate Fiorentina

dom 16.09 ore 21.30  ANFITEATRO VILLA STROZZI

lun 17.09 ore 21.30    TEATRO MANZONI

IL TEATRO DELLE DONNE

AMY_STORIA DI UN NAUFRAGIO

testo Valerio Nardoni e Daniela Morozzi

liberamente ispirato al racconto Amy Foster di Joseph Conrad

regia Matteo Marsan

musiche Stefano “Cocco” Cantini

voce Valentina Toni

scene e luci Beatrice Ficalbi e Matteo Marsan

costumi Laura Celesti

un progetto di e con DANIELA MOROZZI

È il 1901 quando Joseph Conrad scrive Amy Foster, ma leggendo questa specie di incubo, l’impressione è che 116 anni siano passati invano. Allora erano emigranti che dall’est Europa volevano raggiungere in massa l’America, oggi sono Africani e Asiatici, forse ancora più affamati, ma disperazione, truffe, furti, scafisti e naufragi sono identici. Come tristemente uguali sono i cadaveri dei bambini sulle spiagge e quella sensazione di fastidio verso lo straniero che scuote i valori della società mortalmente fissa in se stessa.

 

mar 18.09 ore 21.30  BIBLIOTECA CIVICA

IDIOT SAVANT

NON CI SIAMO PER NESSUNO.

Canzoni e cose da dire

a cura di BEPPE SALMETTI e SIMONE TANGOLO

PRIMA REGIONALE

È un viaggio verso luoghi immaginari insieme al pubblico. Con ironia si parlerà e si canterà di personaggi che muoiono, di persone che non esistono, di persone che sarebbero dovute esistere. Canzoni attraverso i mali della nostra società con amori contemporanei che falliscono, un uomo che non riesce a impiccarsi, due del pubblico che si incontrano e si innamorano e la domanda che almeno una volta nella vita tutti si sono fatti.

 

mer 19.09 ore 17.00  BIBLIOTECA CIVICA

FAVOLE&MERENDA

spettacolo per bambini a cura di GIULIA AIAZZI

segue merenda

 

gio 20/ven 21.09 ore 21.30    TEATRO MANZONI

IL TEATRO DELLE DONNE

TUTTO IL MALE CHE NON TI HO FATTO

testo e regia Filippo Renda

con ELENA ARVIGO, ANTONIO FAZZINI, EUGENIO NOCCIOLINI

disegno luci Andrea Narese

allestimento Brando Nencini

ANTEPRIMA NAZIONALE

 

Una storia ambientata sul palco di un piccolo teatro in cui un attore e un produttore stanno cercando di costruire uno spettacolo di successo coinvolgendo una famosa attrice della televisione che, prima della celebrità, aveva mosso i primi passi sui palcoscenici proprio con quell’attore. Ben presto lui si accorgerà che il suo “spirito selvaggio” non era altro che una corazza per proteggersi da qualsiasi offesa esterna, dall’altro lei, troverà il coraggio per voltare le spalle ad una vita facile ma infelice.

 

Estate Fiorentina

sab 22/dom 23.09 ore 17.00 CIMITERO DEGLI ALLORI

L’EREDITÀ DELLE DONNE/IL TEATRO DELLE DONNE

LA SPOON RIVER DI FIRENZE

Visite guidate in collaborazione con l’associazione AMICI DEGLI ALLORI

LETTURE DELLE ALLIEVE DELLA CALENZANOTEATROFORMAZIONE

a cura di Andrea Nanni

Si darà vita alle storie di illustri donne sepolte nel Père Lachaise di Firenze, da Oriana Fallaci a Anna Banti da Violet Page a Violet Trefusis. Il percorso presenta una serie di storie femminili: madri, mogli, sorelle, figlie, con una personalità che le ha rese protagoniste della loro epoca, ognuna a suo modo. Raccontare le loro storie e ridare loro la voce arricchisce la memoria della città.

ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria

 

sab 22.09 ore 21.30   TEATRO MANZONI

PUPILUNARI

GIOVANNA D’ARCO_LA RIVOLTA

di Carolyn Gage, traduzione Edy Quaggio

regia Luchino Giordana ed Ester Tatangelo

con VALENTINA VALSANIA

PRIMA REGIONALE

Vincitore del Lambda Literary Award in Drama è il testo d’esordio di Carolyn Gage, drammaturga, performer, regista e attivista. Giovanna è un’adolescente in fuga da un padre violento e alcolizzato, da un destino di moglie e madre, che già aveva segnato la madre e la sorella. Giovanna muore per il diritto di indossare abiti maschili, è una ribelle, irriverente, impenitente e incrollabilmente fedele alla propria visione. Giovanna ritorna per condividere la sua storia con le donne contemporanee.

 

Estate Fiorentina

dom 23.09 ore 16.30/18.00   CAPPELLE MEDICEE

L’EREDITÀ DELLE DONNE/IL TEATRO DELLE DONNE

L’ELETTRICE PALATINA, PRINCIPESSA SAGGIA E CONSAPEVOLE

INCONTRO/PERFORMANCE su Anna Maria Luisa De’ Medici

con Donatella Lippi e DANIELA MOROZZI

 

dom 23.09 ore 21.30  TEATRO MANZONI

LUNARIA TEATRO

LA LUNGA VITA DI MARIANNA UCRIA

dal romanzo di Dacia Maraini

regia Daniela Ardini

con RAFFAELLA AZIM

PRIMA REGIONALE

Tratto dall’omonimo romanzo di Dacia Maraini, vincitore del Premio Campiello nel 1990. Ambientato nel Settecento, in una Sicilia fastosa e miserabile, il testo racconta la storia di una bambina divenuta sordomuta per un trauma che si era poi deciso di curare con un altro “timor”, ovvero facendola assistere all’impiccagione di un tredicenne; poi da adolescente, obbligata a sposare lo zio stupratore, infine ormai donna, a gustare i piaceri della libertà.

 

OGNI SERA SULLA TERRAZZA DEL TEATRO APERITIVO E LIBRERIA

 

 

 

POST FESTIVAL

 

mer 26.09 ore 17.00  BIBLIOTECA CIVICA

FAVOLE&MERENDA

spettacolo per bambini a cura di GIULIA AIAZZI

segue merenda

 

ven 28/sab 29.09 ore 21.30

dom 30.09 ore 16.30  TEATRO MANZONI

IL TEATRO DELLE DONNE

LA DONNA FATTA A PEZZI

dal racconto di Assia Djebar nella raccolta Nel cuore della notte algerina

testo e regia Filippo Renda

aiuto regia Martina Vianovi

con ANTONIO FAZZINI

collaborazione e patrocinio Casa Editrice Giunti e Istituto Francese di Firenze

La narrazione prende spunto dalla omonima novella delle Mille e una notte in cui Shahrazad, la mitica sultana, racconta la storia di una giovane donna senza nome che sarà uccisa dal marito ebbro di una gelosia innescata da un equivoco. Ma, nel più perfetto stile del fondamentale testo della letteratura araba, l’oggetto della narrazione diviene a sua volta voce narrante, in un dipanarsi articolato e avvincente di racconto nel racconto, fino all’Algeria del 1994.

 

31°FESTIVAL INTERCITY

ven 12/sab 13/dom 14.10      TEATRO DELLA LIMONAIA

INTERCITY FESTIVAL/IL TEATRO DELLE DONNE

WASTED

di Kate Tempest

regia Virginia Martini

con MONICA BAUCO, RICCARDO NALDINI, MATTEO PROCURANTI

PRIMA NAZIONALE

Tre amici, sui 25 anni, si conoscono da sempre e condividono i ricordi e la presenza dello spettro di un quarto amico che non è più tra loro. Una presenza che dovrebbe cambiare le loro vite in un giorno particolare e forse anche nella transizione definitiva all’età adulta. Ma è così che questa generazione di venticinquenni reagisce agli spettri?

settembre 13 2018

Details

Inizio: giovedì 13 settembre
Fine: domenica 23 settembre

Venue

Firenze

Firenze
Firenze, 50100

+ Google Maps